english informations

9 - L'oratorio dell'Immacolata

L'oratorio privato di villa Sottocasa venne ridisegnato nei primi decenni dell'Ottocento in stile neoclassico, con citazioni di gusto eclettico, quali la lunetta con al centro l'occhio divino, e la forma a sarcofago della base dell'altare. Ai lati, entro nicchie collocate sopra le porte della sacrestia, spiccano due busti di marmo in stile barocco raffiguranti san Pietro e san Paolo.
Sulla parete sinistra è posta una grata attraverso la quale la servitù poteva assistere alle funzioni, e di fronte un'altra, dipinta a trompe-l'oeil.
La pala d'altare rappresenta l'Immacolata ed è opera di Stefano Maria Legnani detto il Legnanino (1661-1713), l'esponente più poetico e geniale della pittura milanese a cavallo tra Seicento e Settecento.
Nell'oratorio viene proposto l'ascolto di musiche sacre settecentesche, tratte da manoscritti ritrovati nel santuario della Beata Vergine di Vimercate, che documentano l'importanza della vita musicale nelle chiese cittadine nel XVIII secolo.