english informations

2 - Sulle strade del Medioevo

Le invasioni barbariche posero fine nel 476 d.C. all'Impero romano d’Occidente, aprendo la strada alle dominazioni straniere, in particolare di Goti e Longobardi (V-VIII sec.), a cui seguirono nel 774 i Franchi, che riportarono l’Italia entro la compagine di uno stato imperiale.
Nel frattempo il cristianesimo permeava in profondità la civiltà medievale, mentre la diffusione degli ideali cavallereschi accompagnava l'affermarsi del sistema feudale, cui si contrapposero a partire dall’XI secolo le nuove forze dei liberi comuni. Il perenne stato di guerra che affliggeva allora la società portò alla creazione di complessi scacchieri fortificati, sparsi sul territorio.
Evidenti furono i riflessi di questi avvenimenti anche nell'organizzazione del territorio vimercatese: profonde trasformazioni del paesaggio agrario si accompagnarono infatti a una nuova gerarchia degli insediamenti, in cui i borghi di Vimercate e di Trezzo assunsero un ruolo privilegiato, mentre le campagne circostanti si costellarono di fortificazioni e monasteri.