english informations

Federica Gonnelli : Dispositivi

Federica Gonnelli nasce a Firenze, dove si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti. Vive e lavora da sempre tra Firenze e Prato, esponendo in numerose mostre in Italia e all’estero.
Nella sua ricerca è da sempre centrale il concetto di confine, che si manifesta in molte sue opere attraverso l’utilizzo del velo d’organza, impiegato non solo come semplice supporto, ma come potente mezzo espressivo portatore di significati.
E l’installazione Dispositivi focalizza l’attenzione proprio sul confine tra memoria e realtà nei luoghi del quotidiano, riportando la figura umana all’interno dello spazio ormai abbandonato in un connubio tra reale e virtuale, immagine in movimento e immagine fissa.
«Ogni opera diventa un dispositivo di collegamento, soglia, confine da attraversare, con il corpo e con lo sguardo, come una porta o una finestra, varco tra esterno e interno, tra generale e biografico.
Il racconto del luogo traslato attraverso la mia personale esperienza nelle installazioni offre all’osservatore un dispositivo attraverso cui guardare e interagire con il mondo che lo circonda, che ci circonda. Talvolta il dispositivo serve per dare risposte o talvolta il dispositivo serve a fare scaturire domande».

OPERE REALIZZATE

  • Dispositivi Confini sintetici, installazione assemblaggio di diffusore di essenze, lettore mp3, filo di ferro saldato, plexiglass, vernice spray trasparente e grafiche digitali su carta, organza e filo di cotone.
  • Dispositivo Confini – Non Luoghi, videoinstallazione, assemblaggio di immagine fotografica a doppia esposizione su stoffa, organza, legno e metallo.
  • Dispositivo Confini variabili, installazione assemblaggio di legno e metallo.
  • Dispositivo Confini Memoria – Identità, assemblaggio di immagine fotografica riportata a solvente su carta cotone e organza, su supporto di legno.