english informations

STAGIONE TEATRALE VIMERCATE 18/19

21 Novembre 2018 - 4 Maggio 2019

Sono attive le prevendite online per gli spettacoli della 2ª edizione della STV Stagione Teatrale Vimercate: dal 21 novembre 2018 al 4 maggio 2019 sette nuovi appuntamenti presso TeatrOreno. Direzione artistica e coordinamento a cura dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Vimercate. Seguono i dettagli:

Scarica qui la locandina

7 spettacoli di prosa da novembre 2018 a maggio 2019
STAGIONE TEATRALE VIMERCATE 2018/2019. 2ª Edizione
Bebo Storti, Emilio Solfrizzi, Lodo Guenzi e molti altri

Dopo il successo della prima edizione, dal 21 novembre 2018 al 4 maggio 2019 ritorna la STV Stagione Teatrale Vimercate con sette nuovi appuntamenti presso TeatrOreno che spazieranno dalla prosa alla narrazione, dall'impegno civile alla musica. La direzione artistica e il coordinamento sono a cura dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Vimercate.

Lo scorso anno abbiamo presentato la prima edizione della Stagione Teatrale, un progetto di un vero e proprio “sistema” voluto da questa amministrazione per mettere in rete esperienze ed eccellenze locali, regionali e nazionali.” – dichiara Emilio Russo, Assessore alla cultura del Comune di Vimercate - “Una città della cultura e dello spettacolo dal vivo con ampio spazio alla creatività giovanile ed al confronto con le esperienze artistiche di alto livello. Nella prima edizione abbiamo “scoperto” da una parte un pubblico attento e curioso, dall’altra operatori di livello, passione e coraggio; e abbiamo pure verificato la grande potenzialità attrattiva di Vimercate, che ritengo sia dovere di tutti sostenere e proteggere a tutti i livelli. Questa seconda edizione della Stagione Teatrale fa tesoro dell'esperienza dello scorso anno, e si concentra su sette spettacoli individuati tra le migliori produzioni italiane, presentando compagnie affermate e nomi noti al grande pubblico accanto a giovani compagnie emergenti”.

Parole e musica si incontrano più volte nella rassegna: dall'omaggio a Mozart della compagnia I sacchi di sabbia, al tributo che la compagnia Berardi Casolari fa a Domenico Modugno nello spettacolo Io provo a volare, fino all'operetta/musical L'amore ai tempi del colera con Laura Marinoni. Il grande Cechov viene rivisitato con un linguaggio assolutamente originale in un caso dalla compagnia Il mulino di Amleto con Michele Sinisi, nell'altro dalla Compagnia Kepler 452, con Lodovico Guenzi, leader della band Lo stato sociale, nello spettacolo tratto dal Giardino dei ciliegi.
Il teatro di impegno civile trova spazio con Mai morti di Bebo Storti e Renato Sarti; l'incontro con il mito avviene nello spettacolo Roger con Emilio Solfrizzi.

Seguono il calendario completo degli spettacoli e tutte le informazioni su costi, prevendite e modalità d'acquisto:

Mercoledì 21 novembre 2018 - ore 21
PLATONOV da Anton Cechov
Compagnia Il mulino di Amleto con Michele Sinisi
e con Stefano Braschi, Roberta Calia, Yuri D’Agostino, Barbara Mazzi, Raffaele Musella, Angelo Tronca. Regia di Marco Lorenzi
Platonov, primo dramma di Anton Cechov, è un'opera rimasta incompiuta e qui messa in scena dopo una profonda riscrittura. Quello che resta è un gigantesco affresco composto da brandelli di scene, dialoghi, personaggi che cercano un senso a quello che senso non può avere. Che cercano una forma a quello che forma non può avere. Che cercano un fine per quello che fine non ha.
Un grande e meraviglioso affresco incompiuto, a cominciare dal titolo.


Venerdì 14 dicembre 2018 - ore 21

DON GIOVANNI di W. A. Mozart
Compagnia I sacchi di sabbia
Un progetto di Giovanni Guerrieri, Giulia Solano e Giulia Gallo
con Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Maria Pacelli, Matteo Pizzanelli, Federico Polacci, Rosa Maria Rizzi, Giulia Solano
Lo spettacolo è un’esecuzione a cappella di una riduzione strumentale del Don Giovanni di W. A. Mozart da parte di una piccola corale. Non musicisti ma attori che “recitano” la musica di Mozart, imitando fino allo sfinimento una versione del Don Giovanni eseguita da Karajan nel 1986. Una versione “sgrammaticata” ma che in virtù delle tragicomiche espressioni facciali degli attori chiamati ad imitare le sonorità degli strumenti e l’ausilio della proiezione del libretto sullo sfondo, riesce ad evocare l’essenza del grande personaggio mozartiano. Un omaggio a Mozart: uno sberleffo e al tempo stesso un atto d’amore per un’opera magnifica.

Sabato 23 febbraio 2019 - ore 21
MAI MORTI con Bebo Storti
Testo e regia di Renato Sarti
Mai Morti è una “affabulazione nera” che fa discutere, arrabbiare, divide, emoziona e commuove.
Con una scrittura evocativa, Renato Sarti ripercorre la nostra storia recente attraverso i racconti di un fascista mai pentito. Bebo Storti darà voce a questo nostalgico delle “belle imprese” del Ventennio fascista, oggi impegnato in prima persona a difesa dell’ordine pubblico contro viados, extracomunitari, zingari e drogati. Un monologo che cerca di rammentare che la parola antifascismo ha ancora un fondamentale e profondo motivo di esistere, e per riflettere su quanto, in Italia, il razzismo, il nazionalismo e la xenofobia siano difficili da estirpare.

Mercoledì 13 marzo 2019 - ore 21
ROGER con Emilio Solfrizzi
Regia di Umberto Marino
L’azione si svolge interamente su un campo da tennis e rappresenta un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi, un campionissimo di nome Roger. Un monologo su un tennista che da anni deve affrontare Federer (ma anche, in qualche modo,
Dio) senza riuscirvi. Nel corso del pezzo evoca la partita che dovrebbe disputare e che, forse, si è già disputata, ma che è finita, e non poteva che finire, con la sua sconfitta.

Domenica 31 marzo 2019 - ore 21
IL GIARDINO DEI CILIEGI
Trent'anni di felicità in comodato d'uso
Compagnia Kepler 452 con Lodovico Guenzi dello Stato Sociale
e con Annalisa e Giuliano Bianchi, Paola Aiello, Nicola Borghesi
Suoni di Alberto "Bebo" Guidetti. Regia di Nicola Borghesi
Lo spettacolo nasce dall’incontro tra i componenti di Kepler 452 con due personaggi realmente esistenti, Giuliano e Annalisa Bianchi, ossia Gaev e Ljuba. Il centro del dramma è la scomparsa di un luogo magico, profondamente impregnato delle vite di chi lo abita, che in questa rilettura dell’opera di Cechov diventa il luogo della coppia. Partendo dalla storia vera di Annalisa e Giuliano e del loro “Giardino dei ciliegi”, lo spettacolo è un’indagine su dove oggi si sia posata la dialettica tra illuminismo e magia, tra legge e natura, e su dove ci troviamo noi. Sul palco, in veste di attore, anche Lodovico Guenzi, leader della band Lo stato sociale.

Sabato 6 aprile 2019 - ore 21

IO PROVO A VOLARE! Omaggio a Domenico Modugno
Compagnia Berardi Casolari
Di e con Gianfranco Berardi
Regia e luci Gabriella Casolari
Io provo a volare è una drammaturgia originale, che a partire da cenni biografici di Domenico Modugno e dalle suggestioni delle sue canzoni, racconta la vita di uno dei tanti giovani cresciuti in provincia pronti, sull’onda del mito, ad affrontare ogni peripezia per realizzare il sogno di diventare artisti. Poesia e comicità sono gli ingredienti principali della pièce, che attraverso un uso sui generis della luce trasmette atmosfere emotive, suggestioni e ricordi indimenticabili cercando di risvegliare nel pubblico quel sogno di libertà di cui Modugno si fece portavoce e simbolo.

Sabato 4 maggio 2019 - ore 21

L'AMORE AI TEMPI DEL COLERA
Operita musical per cantattrice e suonatori
con Laura Marinoni
e con Alessandro Nidi, pianoforte 
e Marco Caronna, chitarra e percussioni
Regia di Cristina Pezzoli
Florentino e Fermina si incontrano poco più che adolescenti, si innamorano e si separano, ma si
tengono nel cuore da lontano, mentre le loro vite scorrono parallele con le scelte che ne conseguono: marito, amanti, figli, infelicità e abitudine. Quello che si era acceso tra loro nella prima giovinezza si compie con uno stupefacente happy end autunnale, dopo un’attesa durata “51 anni, 4 mesi e undici giorni, notti comprese”. La potente epopea romantica di L’amore ai tempi del colera autorizza ad aprire un dialogo tra episodi, personaggi e musica.

INFORMAZIONI
Tutti gli spettacoli si terranno a TeatrOreno, via Madonna, 14 a Vimercate (frazione Oreno)
con inizio alle ore 21 – Apertura biglietteria ore 20

Costo biglietti:
€ 12 intero numerato
€ 8 ridotto numerato (under 25, over 65)
€ 6 ridotto numerato (under 19 e iscritti all'Università del Tempo Libero di Vimercate)
€ 56 abbonamento 7 spettacoli (acquistabile fino al 21/11)

Modalità di acquisto:
1) la sera stessa a partire dalle ore 20 presso la biglietteria di TeatrOreno
2) a partire dal 7 novembre in prevendita presso la biglietteria del Museo MUST, via Vittorio Emanuele II, 53 a Vimercate negli orari di apertura: mercoledì e giovedì 10-13, venerdì, sabato e domenica 10-13 e 15-19 (durante le festività verificare eventuali modifiche di orari, t. 0396659488, www.museomust.it)
3) in prevendita online dal sito www.vivaticket.it (con costo aggiuntivo di prevendita)

Organizzatore: 
Direzione artistica e coordinamento a cura dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Vimercate. Servizi organizzativi a cura di TeatrOreno e della Cooperativa Controluce
Contatti: 

Comune di Vimercate - Ufficio cultura - t. 0396659488 cultura@comune.vimercate.mb.it - www.comune.vimercate.mb.it

Luogo: 
TeatrOreno - via Madonna 14 - 20871 Oreno di Vimercate (MB)