english informations

PRESENTAZIONE DEI VINCITORI DI V_AIR

30 Aprile 2017 - 20 Maggio 2017

[arte] Ore 17 - Parte ufficialmente il progetto V_AIR 2017 VIMERCATE ART IN RESIDENCE. In questa occasione verranno presentati i sei giovani artisti selezionati* e i loro progetti che verranno realizzati nelle prossime settimane a Vimercate.

Saranno presenti all'incontro Francesco Sartini (Sindaco di Vimercate), Emilio Russo (Assessore alla Cultura) e Martina Corgnati (Curatrice artistica di V_AIR). *I sei artisti selezionati sono: Calori & Maillard, Michele Daneluzzo, Jessica Ferro, Federica Gonnelli, Joris Jaccarino, Ricardo Venturi (vedi sotto maggiori informazioni). Seguirà un aperitivo.

Il tema delle residenze d'artista è: Brianza terra di tradizione, contraddizione, innovazione.
Per maggiori informazioni sul progetto clicca qui.

SPONSOR
- C.I.R. FOOD
- ACSM AGAM

COMUNICATO STAMPA
Presentazione domenica 30 aprile 2017 alle ore 17.00 presso il MUST
V_AIR 2017 VIMERCATE ART IN RESIDENCE
Incontro con i giovani artisti che parteciperanno al progetto

Si terrà domenica 30 aprile 2017 alle ore 17.00 presso il MUST, il primo appuntamento pubblico del progetto di residenza per giovani artisti V_AIR 2017 VIMERCATE ART IN RESIDENCE, approvato lo scorso anno dall'Amministrazione comunale sul tema “Brianza terra di tradizione, contraddizione, innovazione”.

Durante l'incontro, che vedrà la partecipazione del Sindaco Francesco Sartini e dell'Assessore alla Cultura Emilio Russo, la curatrice artistica del progetto Martina Corgnati, docente di storia dell'arte all'Accademia di Belle Arti di Brera, presenterà al pubblico i sei artisti vincitori del bando V_AIR 2017:

Joris Jaccarino di Milano
progetto De-linquere & observantia
Tecnica: fotografia, video, realtà aumentata
Autore di numerosi documentari e cortometraggi, Joris Iaccarino ha fondato a Milano la startup innovativa BEPART – the Public Imagination Movement che, con l'ausilio delle più moderne tecnologie di realtà aumentata, sviluppa applicazioni in grado di arricchire di contenuti digitali la fruizione di ambienti e paesaggi del quotidiano.
Col progetto De-linquere & observantia, l'artista lavorerà sulle immagini di luoghi abbandonati del territorio – vecchie strade, angoli dimenticati della città, antichi opifici – che attraverso la realtà aumentata riprendono vita, restituendo la memoria di ciò che sono stati.

Calori & Maillard di Bologna
progetto Tool(s) sculpture
Tecnica: scultura
Il duo Calori & Maillard, formato da Letizia Calori e Violette Maillard, è attivo dal 2009 e si fonda su una collaborazione artistica che unisce una formazione architettonica (Calori) e cinematografica (Maillard).
Nel 2011 conseguono la laurea magistrale in progettazione e produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia con una tesi congiunta sulla collaborazione ed espongono in diversi musei e gallerie in Europa e negli Stati Uniti ottenendo importanti riconoscimenti.
Concentrandosi sulle botteghe degli artigiani brianzoli ancora in attività nel campo della falegnameria, degli interni e del tessile – ed in particolare sugli attrezzi da lavoro impiegati – le artiste creeranno, col progetto Tool(s) sculpure, una scultura di attrezzi in grado di reinterpretare i tratti specifici del territorio.

Jessica Ferro di Dolo (VE)
progetto Il rito
Tecnica: pittura e incisione su legno
Laureata all'Accademia di Belle Arti di Bologna, la giovane artista veneziana (n. 1992) ha già partecipato a numerose mostre collettive e personali, e vinto premi in Italia e all'estero.
Il suo progetto, dal titolo Il rito, parte da spunti naturalistici – flora e fauna del Vimercatese – che vengono riprodotti con l'utilizzo di una delle più antiche tecniche del mondo, la xilografia, vale a dire l'incisione su legno. Queste matrici vengono poi inchiostrate e stampate su carte di grande formato con la pressione del corpo dell'artista. Un'indagine sulla natura del territorio brianzolo, accanto alla riscoperta delle antiche tradizioni artigiane, in una sintesi poetica e artistica sperimentale.

Michele Daneluzzo di Zoppola (PN)
progetto I Lazzari di Vimercate
Tecnica: design
Nato a Pordenone e laureato in Design all'Università delle arti Applicate di Vienna, lavora in uno studio di progettazione architettonica e di prodotti di design; alcune sue opere sono state esposte in mostre a New York e a Vienna.
Il progetto per la residenza di Vimercate si basa sul recupero e il riuso di oggetti abbandonati o di materiali di scarto della produzione industriale, con il ricordo dell'esperienza dadaista dei primi del Novecento, quando oggetti comuni diventarono espressione artistica. Dall'uso e dall'assemblaggio di questi materiali ritrovati nasceranno nuovi oggetti di design, fantasiosi e colorati, dimostrando che la creatività umana è in grado di trasformare ciò che a una prima impressiona può sembrare solo spazzatura.

Ricardo Venturi di Montelabbate (PU)
progetto Brianza terra di etichette, contenuti, riflessioni
Tecnica: disegno
Diplomato incisore alla Scuola del Libro di Urbino e studente dell'Accademia di Belle Arti, l'artista è abile nel disegno, con la benna Bic (che non permette ripensamenti) e colori a matita (che riportano a una dimensione infantile). Con queste semplici tecniche realizza con maestria ritratti di persone, raffigurate su cartoni da imballaggio.
Il progetto per la residenza a Vimercate vedrà Ricardo impegnato a comporre un ritratto di Vimercate, fatto non di paesaggi, ma dalle persone che più rappresentano il luogo. Il risultato finale mostrerà una serie di ritratti su cartone, ritagliato e mischiato alla tecnica del collage, che dialogherà con il visitatore nel gioco del riconoscimento.

Federica Gonnelli di Campi Bisenzio (FI)
progetto Dispositivi
Tecnica: videoinstallazione
Federica Gonnelli nasce a Firenze, dove si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti. Vive e lavora da sempre tra Firenze e Prato, esponendo in numerose mostre in Italia e all'estero.
Nella sua ricerca è da sempre centrale il concetto di confine, che si manifesta in molte sue opere attraverso l’utilizzo del velo d’organza, impiegato non solo come semplice supporto, ma come potente mezzo espressivo portatore di significati.
E la videoinstallazione Dispositivi focalizzerà l’attenzione proprio sul confine tra memoria e realtà presente nei siti industriali sia dismessi sia attivi sul territorio, da un lato riportando la figura umana all’interno dello spazio di lavoro, ormai abbandonato, dall’altro riportando la memoria nell’industria ancora attiva in un connubio tra reale e virtuale, immagine in movimento e immagine fissa.

L'incontro sarà concluso da un aperitivo di benvenuto.

Dal 30 aprile al 21 maggio, gli artisti selezionati si dedicheranno alla realizzazione dei loro progetti presso lo spazio a loro riservato nelle sale di Villa Sottocasa.

Le opere saranno poi esposte in una mostra collettiva che sarà inaugurata sabato 20 maggio alle ore 17.00 e rimarrà aperta fino a domenica 11 giugno.

E' prevista la realizzazione di visite guidate alla mostra, di un quaderno di documentazione del progetto e di 6 videoritratti dedicati agli artisti selezionati.

Contatti: 

Info: 0396659488 - info@museomust.it

Luogo: 
Museo Must - Via Vittorio Emanuele II, 53 - 20871 Vimercate (MB)