english informations

Il MUST Museo italiano dell’anno 2012

29 Settembre 2012 - 31 Dicembre 2013

Un ulteriore importante riconoscimento ha premiato il MUST museo del territorio vimercatese.
Sabato 29 settembre, nella sede prestigiosa di Palazzo Te a Mantova, il MUST ha ricevuto il premio al miglior nuovo allestimento italiano.

Il premio, promosso da ICOM Italia (International Council of Museum), in collaborazione con la Banca del Monte dei Paschi di Siena e Gruppo Sole 24 ore, è giunto alla sua 3^ edizione, e intende premiare le eccellenze dei musei italiani.
L'assegnazione del premio è avvenuta dopo un lungo lavoro di selezione, svolto sia dalla giuria italiana sia da quella internazionale, che ha infine deciso i vincitori.
Nella motivazione del premio si segnala come il MUST si sia affermato “proponendosi al pubblico e al territorio come un moderno strumento di educazione al patrimonio culturale locale. L’approccio marcatamente narrativo interpreta molto bene il concetto di un museo contemporaneo come “centro di interpretazione in linea con la più moderna museologia.”
Dopo la nomination all'EMYA, essere ora premiati come museo dell'anno, in un prestigioso premio e in competizione con alcune delle migliori e più grandi realtà museali italiane, è motivo di soddisfazione e di orgoglio per tutti coloro che hanno permesso la costruzione del museo: dagli Amministratori che si sono succeduti al gruppo di lavoro che ha progettato e realizzato il museo; dagli operatori museali ai professionisti coinvolti; dalle diverse istituzioni che hanno nel corso degli anni sostenuto il progetto ai cittadini e alle associazioni locali che hanno partecipato e partecipano alla vita del MUST.

La giuria internazionale, composta da Stephen Cannon-Brookes, Presidente di ICAMT (International Committee for Architecture and Museum Techniques); Ann Davis, Presidente di ICOFOM (International Committee for Museology); Manon Blanchette, Presidente AVICOM (International Committee for the Audiovisual and Image and Sound New Technologies); Alessandra Mottola Molfino, Presidente del collegio dei Probiviri di ICOM Italia e presieduta dal Presidente di ICOM Italia Alberto Garlandini, ha pure assegnato, sempre nella categoria miglior nuovo allestimento, una Menzione Speciale alle Gallerie d’Italia di piazza della Scala a Milano, e al Museo Archeologico del Finale di Finale Ligure.

La Giuria ha inoltre ritenuto di concedere una menzione speciale al Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po, che si era candidato al premio per il miglior nuovo allestimento e che è stato gravemente danneggiato dal terremoto.

Nel corso della cerimonia sono stati assegnati altri prestigiosi riconoscimenti.
Il premio honoris causa è andato a Claudio Rosati, esperto di museografia demoetnoantropologica, già dirigente del settore musei della Regione Toscana, mentre Enrica Pagella, direttrice del Museo di Palazzo Madama a Torino, di cui ha seguito il recupero e la riapertura al pubblico, si è aggiudicata il premio museologo dell’anno.
Il Premio per il miglior utilizzo dei social network è stato assegnato al Museo MAXXI di Roma, il cui progetto social permette un “filo diretto” che ogni moderno museo deve saper tenere col proprio pubblico e, in particolare, con le nuove generazioni. Nella stessa categoria hanno ottenuto una Menzione Speciale il museo MART di Rovereto e il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.